Percorso nutrizionale
post-operatorio

Le quattro fasi post-operatorie

Il percorso dietetico post-operatorio del paziente bariatrico si articola normalmente in quattro fasi:

  1. DIETA LIQUIDA
  2. DIETA SEMI-LIQUIDA
  3. DIETA SEMI-SOLIDA
  4. DIETA SOLIDA

La durata e la composizione delle fasi post-operatorie sono decise dal centro ospedaliero e non seguono un protocollo nazionale. Tuttavia, tutti i pazienti sottoposti a interventi restrittivi o ipoassorbitivi sviluppano sintomi di varia gravità nel periodo immediatamente dopo l’operazione. È utile, e spesso necessario, integrare la dieta del paziente con proteine adeguate, poiché può essere difficile ottenere abbastanza proteine dagli alimenti naturali. Inoltre, per gli interventi ipoassorbitivi (interventi chirurgici che riducono la capacità dell’intestino di assorbire i nutrienti), è importante fornire anche micronutrienti essenziali, poiché il loro assorbimento è ridotto. Pertanto, una corretta integrazione è fondamentale per il recupero del paziente.

logo-promosprint

Il metodo

Il follow-up (processo di monitoraggio e controllo) del paziente sottoposto a chirurgia bariatrica deve essere programmato nel lungo termine (idealmente a vita) e affidato a un’équipe interdisciplinare.

Esso si pone come obiettivo non solo di monitorare i risultati in termini di calo ponderale, qualità della vita e di controllo delle eventuali patologie associate, ma anche di prevenire le complicanze chirurgiche e non chirurgiche, ed eventualmente di giungere a una loro precoce diagnosi, al fine di consentirne un tempestivo trattamento.

La frequenza dei controlli dopo un intervento di chirurgia bariatrica varia in base alle condizioni del paziente, al tipo di intervento e alla presenza di altre malattie. È importante che i pazienti assumano integratori di vitamine e minerali, poiché spesso si verificano carenze di vitamine (come B1, B9, B12, A, D, E, K), ferro, rame, calcio, magnesio e zinco.

Dopo interventi ipoassorbitivi (interventi chirurgici che riducono la capacità dell’intestino di assorbire i nutrienti), le carenze nutrizionali possono essere causate sia da un ridotto assorbimento che da un apporto insufficiente di nutrienti. Le complicanze nutrizionali dipendono dalla lunghezza della parte dell’intestino che assorbe i nutrienti, dalla quantità di peso perso e dalle modifiche nel tratto digestivo non utilizzato.

L’anemia è una complicanza comune, specialmente dopo un bypass gastrico. Questo problema è spesso causato da una carenza di ferro e, meno frequentemente, da una carenza di folati o vitamina B12. L’anemia può essere trattata con una terapia a base di ferro per un periodo che può durare fino a 10 anni dopo l’intervento, con dosaggi adeguati.

Integrazione post-operatoria

Fornire un adeguato supporto nutrizionale nel percorso post intervento è necessario a mantenere un corretto stato di salute. Prodotti adeguati, con formulazioni specifiche e mirate al fianco del paziente nella vita di tutti i giorni.

Il mio carrello
Recently Viewed
Categorie